Comune di Pico

Diritti di istruttoria

Sono dovuti i pagamenti dei diritti di istruttoria relativi ai procedimenti di competenza del SUAP, così come previsto dalla Deliberazione di Giunta Comunale N.

Sono dovuti i pagamenti dei diritti di istruttoria relativi ai procedimenti di competenza del SUAP, così come previsto dalla Deliberazione di Giunta Comunale N. del

Gli importi dovuti devono essere versati sul CONTO CORRENTE POSTALE n.  intestato al  COMUNE DI PICO  – SERVIZIO DI TESORERIA con causale “Diritti di istruttoria Suap PICO”.

I versamenti da effettuare sono indicati nel tariffario di seguito riportato, nonché specificati nella modulistica.

TARIFFARIO

Descrizione

  1. Cd-rom: Euro 5.00
  2. Parere preventivo minimo: Euro 20.00
  3. Parere preventivo medio: Euro  30.00
  4. Parere preventivo massimo: Euro  50.00
  5. Conferenza dei servizi pre-istruttoria A: Euro  40.00
  6. Conferenza dei servizi pre-istruttoria B: Euro  40.00
  7. Conferenza dei servizi pre-istruttoria C: Euro  60.00
  8. Conferenza dei servizi istruttoria: Euro  100.00
  9. Consulenza fino a Euro 50.00
  10. Procedimento SUAP (non autorizzatorio): Euro 30.00 più  Euro 5 per ogni endoprocedimento attivato
  11. Procedimento SUAP (autorizzatorio): Euro 50.00 più  Euro 10 per ogni endoprocedimento attivato
  12. Visure non complesse: Euro 2.50
  13. Visure complesse: Euro  7.50
  14. Richiesta di integrazione documentale: Euro 5.00 per ogni nuovo endoprocedimento autocertificato Euro 10.00 per ogni nuovo endoprocedimento autorizzatorio

Ai fini dell’applicazione del tariffario si intende per:

  • Cd-Rom: il supporto informatico masterizzato dall’Ufficio e contenente materiale informatico di dimensioni massime 800 Mbyte;
  • Parere preventivo minimo: il parere preventivo che coinvolge esclusivamente un ufficio dell’Amministrazione comunale;
  • Parere preventivo medio: il parere preventivo che coinvolge uno o più uffici dell’Amministrazione comunale o un Ente terzo;
  • Parere preventivo massimo: il parere preventivo che coinvolge uno o più uffici dell’Amministrazione comunale o due o più Enti terzi;
  • Conferenza dei servizi pre-istruttoria (A): Conferenza dei servizi interna richiesta dall’interessato per la valutazione delle modalità di presentazione della domanda coinvolgente uno o più uffici ;dell’Amministrazione comunale;
  • Conferenza dei servizi pre-istruttoria (B): Conferenza dei servizi richiesta dall’interessato per la valutazione delle modalità di presentazione della domanda coinvolgente uno o più uffici dell’Amministrazione comunale ed un rappresentante di un Ente terzo Conferenza dei servizi pre-istruttoria (C): Conferenza dei servizi richiesta dall’interessato per la valutazione delle modalità di presentazione della domanda coinvolgente uno o più uffici dell’Amministrazione comunale e più rappresentanti di uno o più Enti terzi;
  • Conferenza dei servizi istruttoria: Conferenza dei servizi indetta ai sensi dell’art. 7 c.3 del D.P.R. 160/2010;
  • Consulenza: attività di consulenza specifica e complessa relativamente alla compilazione della documentazione, alla ricerca di materiale, informazioni, testi legislativi e quant’altro non costituisca assistenza obbligatoria svolta in sede di apertura al pubblico dell’ufficio;
  • Procedimento SUAP non autorizzatorio: la pratica di competenza dello Sportello Unico per la quale non è previsto il rilascio di un formale atto di autorizzazione (es. in quanto i sub-procedimenti sono tutti a comunicazione o denuncia di inizio dell’attività);
  • Procedimento SUAP autorizzatorio: la pratica di competenza dello Sportello Unico per la quale è previsto il rilascio di un formale atto di autorizzazione di un Ufficio dell’Amministrazione comunale e/o dello Sportello Unico (es. permesso di costruire, autorizzazione di pubblico esercizio, autorizzazione agli scarichi idrici ecc…);
  • Visure non complesse: visure effettuate dallo Sportello unico, su richiesta dell’interessato (senza che le stesse debbano comunque essere acquisite autonomamente agli atti da parte dello Sportello Unico), che non comportino la necessità di particolari adempimenti istruttori e o richieste ad altri uffici ed Enti (es: accesso diretto alle visure camerali, estrazioni di copie del P.R.G. ecc…). Sono salvi i rimborsi e le spese per bolli, diritti o ulteriori spese relative alla visura;
  • Visure complesse: visure effettuate dallo Sportello unico, su richiesta dell’interessato (senza che le stesse debbano comunque essere acquisite autonomamente agli atti da parte dello Sportello Unico) che comportano la necessità di particolari adempimenti istruttori e o richieste ad altri uffici ed Enti. Sono salvi i rimborsi e le spese per bolli, diritti o ulteriori spese relative alla visura;
  • Richiesta di integrazione documentale: interruzione o sospensione del procedimento per la richiesta di documentazione (anche con riferimento alla richiesta di copie della documentazione) che l’interessato ha omesso di produrre. La tariffa è relativa ad un singolo sub-procedimento.

Lo Sportello Unico, in aggiunta ai diritti di cui al presente atto, riscuote anche i diritti e le spese di competenza degli Uffici ed Enti esterni con le modalità definite dal Protocollo d’Intesa e da convenzioni specifiche con gli Enti terzi.

Per la fornitura di materiale non previsto nel presente atto e non riconducibile, per analogia, al presente tariffario, lo Sportello Unico richiederà il rimborso delle spese presuntivamente sostenute per l’acquisto, la preparazione e/o la fornitura dello stesso.

Sono fatte salve le tariffe ed i diritti previsti dalla normativa vigente o da Regolamenti comunali.


 

Ultimo aggiornamento

5 Giugno 2017, 15:29